Un altro passo per l’eliminazione dell’idrogeno solforato

Un altro passo per l’eliminazione dell’idrogeno solforato. Questa mattina nel Palazzo Comunale di Arzignano, alla presenza del sindaco Alessia Bevilacqua, è stata presentata YaraNutrinox, la nuova tecnologia sviluppata da Pragma Chimica e Yara, uno strumento creato per la rilevazione del livello di idrogeno solforato, permettendo così di poter intervenire.

L’applicazione del trattamento YaraNutriox viene modulata in funzione del problema da risolvere, adattando a ogni singolo caso l’uso dei prodotti chimici più idonei. Sia nel trattamento di acque reflue civili o di processo industriali può fornire una soluzione estremamente efficace per il contenimento e la prevenzione della formazione di cattivi odori e della sicurezza sul lavoro.

<< Si tratta di uno strumento che ha due caratteristiche – spiega Alessio Guazzeroni, Product Manager presso Yara International –, legge sia i livelli di idrogeno solforato che la temperatura, un fattore correlato, trasmettendo i dati su un sito. Ciò permetterà di monitorare i livelli di idrogeno solforato, che è un gas che ha una soglia olfattiva molto bassa, dandoci l’idea di un numero. L’obiettivo è quello di dare una percezione reale, permettendo poi di andare ad eliminare o prevenire la sua formazione >>.

<< Ad Arzignano l’idrogeno solforato è un gas facilmente rilevabile nella zona industriale – le parole di Carlo Masiero, titolare di Pragma Chimica -, essendo il solfuro di sodio un elemento utilizzato nella lavorazione delle pelli. Credo uno strumento che ci dia la possibilità di rilevare ed intervenire sia qualcosa di fondamentale >>.

Redazione web
16/12/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui