Il mantello di pelle di drago al Teatro Comunale di Vicenza

 photo Satellite_zpsb79e0713.jpeg

Grande successo ieri sera per il balletto “Il mantello di pelle di drago”, a Vicenza. Allo spettacolo hanno potuto assistere gratuitamente 100 persone, grazie ai biglietti regalati dal Blog del Corriere Vicentino.

A danzare, un gruppo di ballerini d’eccezione, scelti da Sabrina Brazzo, étoile internazionale e prima ballerina della Scala di Milano, e da Andrea Volpintesta. Un gruppo formato da giovani professionisti provenienti da tutta Italia, affiancati da alcuni solisti del Teatro alla Scala: Andrea Volpintesta, Antonella Albano, Maurizio Licitra, Beatrice Carbone, Walter Madau. Tra i giovani professionisti c’è anche Denny Lodi, vincitore del talent show “Amici” nel 2009

Il balletto vuole raccontare il fascino delle pelle e della sua lavorazione, come hanno spiegato, prima dell’inizio dello spettacolo, il presidente di Lineapelle, Walter Peretti, e il presidente dell’Unic, Rino Mastrotto. Già in scena a Bologna e Milano, lo spettacolo farà presto tappa a Firenze. L’intenzione è di portarlo anche all’estero, in città come Parigi.

Lo spettacolo è promosso da Linea Pelle, con il patrocinio della Regione e dei comuni di Chiampo e Arzignano e il sostegno del Gruppo Mastrotto.

I ballerini hanno danzato sulle note di Shostakovic, Kachaturian, Poulenc, Bizet e Liszt, con le coreografie di Massimiliano Volpini. Uno spettacolo composto da un atto unico, di un’ora e un quarto, diviso in 3 tempi che ripercorrono la storia di altrettante fiabe: Pelle d’orso, Gli scarponi di Natale, Il mantello di pelle di drago.

Il sipario si apre con Sabrina Brazzo, che interpreta una sorta di fata-regina della pelle, che guida i suoi elfi-operai nella lavorazione del mantello di pelle di drago. Il magico mantello può essere indossato solo dalle anime dal cuore puro, anime candide che la regina cercherà per tutto il paese.

 photo imgres_zpsb0589e98.jpeg

Redazione web 10-04-2013

 

 

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui