In Villa rinasce lo studio di Luigi Da Porto

Luigi Da Porto

La leggenda (o forse la realtà storica?) narra che Luigi Da Porto abbia trovato l’ispirazione per scrivere l’Historia novellamente ritrovata di due nobili amanti, ossia la prima novella su Romeo e Giulietta, (successivamente resa celebre in tutto il mondo da Shakespeare), ammirando dallo studio della sua villa di Montorso Vicentino i Castelli della Villa e della Bellaguardia, posti sui colli di Montecchio Maggiore.

Ora, grazie alla collaborazione tra Comune e Pro Loco, quello studio ha ripreso vita. L’ultima stanza del lato est della villa, ossia quella rivolta proprio verso Montecchio, è stata infatti oggetto di un accurato intervento di ristrutturazione: sono stati rifatti gli intonaci delle pareti, i serramenti e l’impianto elettrico, è stato posato un pavimento in legno ed è stata aperta una finestra (che si affaccia proprio sui colli montecchiani) sulla parete in cui una porta era stata murata ai tempi in cui la villa era abitata da alcune famiglie di contadini. Ma, soprattutto, lo studio è stato arredato con uno scrittoio, cassapanche e alcuni pannelli sulla storia della villa, di Luigi Da Porto, della chiesa parrocchiale e dell’antica chiesetta di San Marcello: di fatto, si tratta di un nuovo punto di informazione e promozione turistica sulle principali testimonianze storiche presenti a Montorso.

«Per l’intervento, approvato dalla Sovrintendenza, abbiamo speso circa 15.000 euro – spiega il sindaco Diego Zaffari -. È un altro tassello verso il completo recupero di tutti gli ambienti della villa, che rappresenta il polo storico e culturale del nostro paese. Un gioiello che intendiamo valorizzare sempre di più».

E un’ulteriore tappa di questa valorizzazione è rappresentata dall’evento proposto dalla Pro Loco domenica 27 giugno, intitolato “Incontriamoci con Luigi”.

«Si tratta di una visita guidata di Villa Da Porto Barbaran – afferma la presidente della Pro Loco, Daniela Bastianello -, accompagnati da musica, teatro, danza e poesia a cura della compagnia “La filigrana”».

In ottemperanza alle misure anti-Covid, la visita, al costo di 3 euro, sarà suddivisa in gruppi (alle 10,30, alle 15 e alle 16,30), con prenotazione obbligatoria e posti limitati.

Per informazioni e prenotazioni contattare il Comune o la Pro Loco.

Redazione web
24/06/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui