La Rocca diventa Comunità Alloggio per persone con disabilità

Brain Associazione Traumi Cranici

Un’importante tappa verso l’accreditamento come struttura socio-sanitaria con il Sistema Sanitario Nazionale. La Rocca, ossia la struttura di Altavilla Vicentina gestita dalla Sogno e Vita Società Cooperativa Sociale Onlus e in cui si svolgono le attività di accoglienza e riabilitative dell’Associazione Brain odv a favore di persone colpite da gravi traumi cranici, emorragie cerebrali ed anossie cerebrali, ha ottenuto dalla Regione stessa l’autorizzazione alla trasformazione dall’attuale status di Gruppo Appartamento a quello di Comunità Alloggio per persone con disabilità.

«Si tratta di un passo molto importante – spiega la presidente della Cooperativa Sogno e Vita, Elisabetta Mondin – perché apre appunto la strada all’accreditamento con il Sistema Sanitario Nazionale, che ci permetterà di operare in convenzione con la sanità pubblica, adoperando le sue stesse tariffe e percependo quota parte del finanziamento sanitario regionale. Sarà dunque un vantaggio, dal punto di vista economico, anche per le famiglie dei nostri utenti».

L’autorizzazione, la cui approvazione ha coinvolto anche il Comune di Altavilla Vicentina che ha dato parere favorevole, al pari dell’Ulss 8 Berica, di fatto consente l’esercizio dell’attività sanitaria, con una capacità ricettiva che conferma gli attuali 8 posti letto.

«Con questo primo passaggio – commenta la presidente di Associazione Brain odv, Edda Sgarabottolo – diventiamo una struttura sanitaria a tutti gli effetti, che eroga le proprie prestazioni in regime residenziale e non. È un percorso in cui crediamo molto, perché conferisce al nostro servizio un’ulteriore attestazione di qualità. Il successivo accreditamento sarà la conclusione di questo percorso, ma anche uno stimolo a fare ancora meglio e investire ancora di più sulle tecniche e tecnologie riabilitative».

BRAIN ASSOCIAZIONE TRAUMI CRANICI. Dal 1993 l’associazione Brain, attraverso i servizi presenti nella propria struttura “La Rocca” ad Altavilla Vicentina (la prima del genere in Italia), si occupa di percorsi riabilitativi (sia fisici sia cognitivi) per persone che hanno subito una grave lesione cerebrale (in particolare dopo un grave trauma encefalico) o che sono state colpite da un’emorragia o un’anossia cerebrale. I percorsi coinvolgono anche i famigliari, al fine di sostenere le relazioni che inevitabilmente vengono messe a dura prova da questi dolorosi eventi.

Redazione web
16/12/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui