La vita oltre il virus: i tour virtuali di Arzignano

Fin dagli inizi di questa emergenza che ormai ci vede tutti prudentemente in casa da settimane, musei e associazioni culturali nel mondo si sono adoperati per rendere l’arte accessibile a tutti.

Non solo edifici, ma piazze, gallerie, collezioni. Raggiungibili e visitabili passeggiando per le vie della realtà parallela, ma soprattutto ultimamente fondamentale, del web. https://corrierevicentino.it/visitare-musei-dal-divano-di-casa/

Per il Comune di Arzignano, chi ha permesso alla cultura del territorio di continuare il suo viaggio è stata la Pro Loco con l’iniziativa di tour virtuali postati su internet. Nella puntata di oggi di “La vita oltre il virus” il consigliere delegato della Pro Loco di Arzignano, Lorenzo Carradore, racconta questo progetto.

In questo momento quali sono le mansioni della Pro Loco?

Quelle che ha sempre: fare cultura legata al territorio, che è lo scopo principale per cui l’associazione è stata istituita.

Com’è nata l’idea dei tour virtuali?     

Una delle cose che ha fatto la Pro Loco per far conoscere il territorio è stato organizzare delle visite guidate in particolar modo alle chiese perché sono i monumenti maggiori che ha Arzignano oltre alla Rocca. Allo stesso tempo abbiamo notato che sui social iniziavano a diffondersi sempre gli stessi post: chi si arrabbiava, chi contava le persone in giro, chi accusava gli altri di questa situazione. L’idea quindi è nata anche per stemperare un po’ la socialità dei click e permettere alle persone di rasserenarsi trascorrendo 10 minuti diversi.

Sono stati apprezzati?

I video con le visite guidate non subito sono stati capiti. Sul web si trova sempre chi vuole fare polemica a tutti i costi. In questo caso chiedendoci come facessimo ad andare in giro con tutti i divieti vigenti. Ci siamo difesi attraverso un post abbastanza pesante tutto in maiuscolo: chi non sa leggere potrebbe astenersi dal commentare.
Da quel momento le cose di sono tranquillizzate. Ci siamo accorti che questi tour stanno portando piacere, beneficio, distrazione alle persone.

Quanti ce ne sono disponibili?

Circa diciassette pronte. Alcune visite sono più lunghe di altre e le abbiamo così spezzate in più episodi. Il video sulla Chiesa dei Cappuccini per esempio, l’abbiamo diviso in 4.

Dove postate i video?

È l’era dei social, quindi si trovano principalmente sulla pagina Facebook della Pro Loco (https://www.facebook.com/prolocodiarzignano/), sulla pagina Facebook “Sei di Arzignano se…” (https://www.facebook.com/groups/182761935267590/) e cerchiamo di farli arrivare a più persone dando grande condivisione. Le visite principali si trovano anche sul nostro sito www.prolocoarzignano.it.

Qual è stata la visita più cliccata?

Quella alla chiesa di Restena. Non perché sia effettivamente il migliore. Credo che la gente abbia cominciato ad appassionarsi e aspettate i nuovi video come si aspetta un appuntamento alla televisione.

Quando finiranno?

Non li stiamo postando tutti perché vogliamo capire quanto durerà lo stato di emergenza. Lo scopo è far compagnia alle persone quindi non possiamo farlo per una settimana soltanto. Per questo cerchiamo di suddividerli. Poi vedremo, magari riusciremo anche a creare qualcosa di nuovo stando a casa.

Redazione web
30/03/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui