La vita oltre il virus: quarantena a quattro zampe

Alimenti consegnati a casa anche per gli animali.
Amici fidati, affetti di vita, gli animali sono una cura per lo spirito, un balsamo per il cuore, una compagnia leale. Sempre, ma in questo periodo un po’ di più. Anche loro necessitano e meritano attenzioni e premure. Nella puntata di oggi di “La vita oltre il virus” Luca del negozio Animali Amici racconta come sono cambiate le cose durante l’emergenza.

Quali sono le maggiori attività del negozio?

Il negozio si divide in due attività principalmente: vendita di alimenti per animali e servizio di toelettatura. Con la vendita di alimenti abbiamo sempre lavorato, per ovvi motivi con la toelettatura non è stato possibile.

Il lavoro si svolge regolarmente?

Abbiamo ridotto i giorni lavorativi e ci siamo alternati in negozio in modo che ci fosse sempre una sola persona alla cassa.

I clienti hanno continuato a venire di persona?

Al contrario di quello che ci si potrebbe aspettare, molti clienti hanno continuato a venire. Anzi: sono aumentati. Complice forse la difficoltà di raggiungere altri posti fuori zona.

Come regolate l’afflusso nel negozio?

Rispettando sempre le distanze di sicurezza, entrando uno alla volta.

Effettuate consegne a domicilio?

Abbiamo usufruito della possibilità di far consegne a domicilio per gli alimenti, beni di prima necessità tanto per i padroni quanto per gli animali. È una novità, non eravamo attrezzati prima che la pandemia ci costringesse a pensarci. Ma continueremo probabilmente, anche in futuro.

Cos’è più richiesto dai clienti?

Senza dubbio la toelettatura ci sommerge di richieste. Dato il momento, però, dobbiamo aspettare un decreto che ci dia la possibilità di riprendere. Speriamo avvenga al più presto.
Questa situazione porterà sicuramente dei cambiamenti. Solo col tempo sapremo se si riveleranno positivi o negativi. Intanto cerchiamo di cogliere ogni occasione per migliorare il lavoro che svolgiamo sempre con tanta passione.

C’è qualche aneddoto divertente che può raccontare?

Aneddoti divertenti no! Ci sono state lamentele della clientela nei confronti del governo e dei soldi stanziati che non arrivano e le richieste impossibili che non mancano mai. Per esempio tolettare il cane a casa, mangimi particolari, piaceri, insistenze che sfruttano la parentela o l’amicizia.

Redazione web
17/04/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui