l’arte scende in piazza

Gli artisti in piazza ad Arzignano. Il 12 e 13 settembre, approssimativamente dalle ore 16.00 fino alle 22.00 del sabato e dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 21.00 della domenica, è previsto l’allestimento di circa 30 stand sui due lati di Piazza Marconi, per l’evento Arte in Arzignano. I gazebo accoglieranno gli artisti, ognuno autonomo nell’esecuzione della proprie forme d’arte. Saranno presenti: pittori, grafici, scultori, ceramisti e vetra, alcuni dei quali lavoreranno in loco e in tempo reale dando al pubblico la possibilità di vedere il processo di creazione e di interagire con domande. In ogni stand sarà presente un pannello illustrativo con foto e curriculum dell’artista.

Al centro della piazza sarà allestita una postazione di flash art lunga circa 20 m. composta da tavole rivestite da carta da disegno e tutto il materiale necessario a colorare: pennelli, pennarelli, tempere… Saranno gli artisti stessi a dare il “la” all’attività, intervenendo, ognuno con la propria tecnica, sulle strisce di carta bianca, affinché il pubblico possa continuare la realizzazione dell’opera partendo dalle suggestioni disegnate. Sarà inoltre possibile, con un’offerta, farsi incorniciare e portare via un pezzo di “tela”.

L’attività è rivolta a piccoli e grandi e sarà in parte supervisionata dagli artisti stessi e dagli organizzatori.

Fra le due piazze è previsto negli orari pomeridiani e serali un accompagnamento musicale. Suoneranno il pianoforte il maestro Antonio Camponogara, accompagnato da ragazzi da lui stesso selezionati.

In Piazza Libertà infine, durante i due giorni verrà composta a terra un’opera sacra a due mani a cura della madonnara Francesca Schiavon. Il pubblico potrà osservare a più riprese la composizione girandoci attorno e apprezzandone il risultato dopo ore di lavoro.

L’obiettivo di Arte in Arzignano è duplice: da un lato coinvolgere i cittadini in un progetto culturale/artistico importante, supportati da curatori di lunga esperienza (l’associazione Miti & Mete), che possa essere per loro stessi e le famiglie un arricchimento valoriale, dall’altro lato dare possibilità agli artisti locali di farsi conoscere e riconoscere.

 

 

Redazione web
03/09/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui