Lino Chilese: «La C può aspettare, priorità ai giovani e al Dal Molin»

Finito il campionato, è ora di progettare il futuro. Dopo la vittoria nella finale playoff di sabato contro la Clodiense, l’Arzignano Valchiampo ha terminato una stagione straordinaria, che ha visto i gialloazzurri, dopo un brutto avvio, rialzarsi e reagire alle sconfitte, arrivando a conquistare il secondo posto. La domanda ora è: cosa succederà l’anno prossimo? Noi del Corriere Vicentino siamo andati a chiederlo al presidente, Lino Chilese.

IL RIPESCAGGIO. Quello che sembra abbastanza sicuro è che l’Arzignano l’anno prossimo giocherà ancora in Serie D. «Quando vinci il campionato, hai diritto di fare il salto di categoria – spiega Chilese -. Nel caso nostro, con la vittoria dei playoff, non si fa altro che entrare nel cerchio di quelle squadre che, nel caso la federazione ne avesse bisogno, sarebbero in prima fila per un eventuale ripescaggio. Salire di categoria non è sicuramente nostra intenzione, restiamo comunque in attesa e sappiamo che potrebbe succedere, ma non ci contiamo più di tanto: non è però corretto dire che rigettiamo la domanda di ripescaggio. Al momento stiamo cercando di lavorare per mettere a norma lo stadio di Arzignano, che ha cinquant’anni e ha bisogno di un restyling: una volta che lo stadio sarà a norma, se si farà un altro miracolo sportivo potremo prendere l’occasione al volo».

L’OBIETTIVO. Al momento, le priorità della società sono abbastanza chiare. «Stiamo cercando di migliorarci – prosegue Chilese -, soprattutto a livello di settore giovanile, e ci siamo riusciti anche quest’anno nonostante le difficoltà legate all’emergenza Covid, grazie al magnifico lavoro dei nostri tecnici e preparatori. È chiaro che la società è sana e sta diventando sempre più importante, lo testimonia il fatto che siamo sulla bocca di tutti in quanto a serietà. L’obiettivo per la stagione a venire è quello di fare un buon campionato, come quest’anno, e soprattutto di andare a valorizzare ancora le giovanili: in questo campionato abbiamo fatto esordire un bel po’ di giovani interessanti, uno fra tutti Manuel Antoniazzi, tra i migliori giocatori della Serie D di quest’anno. Ora ci stiamo accordando con l’Amministrazione Comunale per programmare i prossimi lavori al Dal Molin, per migliorare degli impianti che purtroppo ad Arzignano sono carenti».

 

Redazione web
22/06/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui