Maltempo al Nord: tregua al caldo torrido con allagamenti e trombe d’aria

 photo nextImage_zpsacc27972.jpeg
Torino allagata

Dopo una settimana di caldo torrido e afoso con picchi di 40 gradi nel weekend, nel Nord Italia è arrivato il maltempo, che in alcune zone ha causato anche allagamenti e trombe d’aria.

Una tromba d’aria si è abbattuta verso le 8.30 su Sanremo provocando due feriti non gravi e danni per centinaia di migliaia di euro alle strutture balneari, alla vegetazione e all’arredo urbano.

I feriti sono un’anziana travolta dai vetri di una porta finestra frantumatasi in camera da letto a causa del vento e un commercialista scivolato mentre tentava di chiudere una finestra. Ad avere la peggio sono stati gli stabilimenti del lungomare: il vento ha spazzato via sdraio, gazebo, tendoni e ombrelli. Numerosi gli alberi abbattuti.

Temporale di stampo monsonico a Torino. Poco dopo le 08:30 un nubifragio di notevoli proporzioni ha rovesciato sulla città millimetri e millimetri d’acqua, provocando allagamenti e diversi interventi dei vigili del fuoco. La temperatura molto afosa dei giorni scorsi è scesa drasticamente di una decina di gradi. La perturbazione, molto intensa, è durata una ventina di minuti. Non ha peraltro dato luogo a grandine, come successo due settimane orsono.

 photo nextImage-1_zps8839c54e.jpeg

Una violenta tromba d’aria ha interessato questa mattina Vigevano (Pavia) e parte del territorio della Lomellina. Per quasi venti minuti una vera e propria tempesta di acqua e vento ha interessato questa fascia della provincia di Pavia. A Vigevano un albero è finito su un treno (colpendo il locomotore) che stava entrando in stazione: fortunatamente non si sono registrati feriti nè danni particolari, ma la linea Vigevano-Mortara è stata interrotta per parte della mattinata. A Robbio un pino, abbattuto dal vento, è finito sull’edificio che ospita la scuola media. Il centralino dei vigili del fuoco è stato tempestato da chiamate di cittadini che segnalavano allagamenti o danni alle loro abitazioni.

La bufera di questa mattina, che ha causato diversi allagamenti nel varesotto, ha creato disagi anche in provincia di Milano, con alberi caduti in città e nella zona nord. A Milano città, fra l’altro, sono caduti alberi in via Gian Battista Grassi, in via Rembrandt, in via Copernico (dove l’autobus 64 ha dovuto cambiare percorso per qualche tempo). Si segnalano alberi caduti o pericolanti anche a Desio, Giussano, Rho, dove oggi c’era il mercato settimanale, Settimo milanese e Cisliano. La Coldiretti parla di ”verde devastato lungo le strade e i giardini fra la zona di Affori e Bollate” oltre tettoie e lamiere volate via dai vivai ed alberi abbattuti a Lucernate, una frazione di Rho.

I vigili del fuoco professionisti con una dozzina di squadre di volontari sono impegnati in diversi locali interrati allagati nella bassa Valle d’Aosta, dove le precipitazioni delle ultime ore sono più intense. In particolare sono segnalati tombini tappati e alcuni torrenti esondati. Tra le zone più colpite Montjovet, Pont-Saint-Martin e Saint-Vincent (70 millimetri di pioggia caduta in 24 ore), dove per una frana a Moron è stata chiusa la strada per il Col du Joux. Un bollettino della protezione civile segnala ordinaria criticità idrogeologica per temporali forti in tutta la Regione, almeno fino alla mezzanotte di oggi.

 

 

 

 

 

 

 

Ansa.it

Redazione web 29-07-2013

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui