La fuga di gas fa scoprire cinque bombole conservate in modo irregolare

È di cinque bombole sequestrate, perché conservate in modo irregolare, il bilancio dei controlli eseguiti in seguito ad una segnalazione di una perdita di gas dalla Polizia Locale dei Castelli in un condominio in via dei Carpani 15 a Montecchio Maggiore.

Erano le 10,30 quando al Comando di Piazza San Paolo è giunta la chiamata di un residente che parlava di un forte odore di gas nell’aria. Sul posto si sono precipitati le pattuglie della Polizia Locale, i Carabinieri della Tenenza di Montecchio Maggiore e i Vigili del Fuoco del distaccamento di Arzignano, coadiuvati da un Vigile del Fuoco agente di polizia giudiziaria del Comando provinciale di Vicenza.

Le 25 persone che si trovavano nel condominio sono state immediatamente evacuate, mentre scattavano le verifiche da parte dei tecnici della società di distribuzione del gas alla ricerca della perdita, individuata con buona probabilità nel cattivo funzionamento di una bombola.

Gli agenti, assieme al personale dell’ufficio tecnico comunale, hanno così deciso di controllare in modo approfondito per gli aspetti statici e di sicurezza tutti gli otto appartamenti del condominio, scoprendo cinque bombole non allacciate e conservate in modo non conforme alle norme di sicurezza in materia: per tale motivo sono state sequestrate. Controllati ad uno ad uno anche gli abitanti del palazzo, in prevalenza di origine straniera, risultati tutti in regola.

“Esiste una norma nazionale che regola la materia – spiega il sindaco Gianfranco Trapula – e noi possiamo intervenire direttamente nelle abitazioni private solo in casi di emergenza come quello di questa mattina. In situazioni del genere, come fatto oggi, assicuriamo il massimo impegno nei controlli. Confido però nel buon senso dei cittadini, perché  trovo assurdo mettere in pericolo la propria e l’altrui sicurezza con comportamenti di questo tipo”.

Redazione web

05/02/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui