Montecchio Maggiore: appuntamento con la mostra “Schegge: Cento anni dopo”

schegge

“Schegge: Cento anni dopo”: le sculture di Don Adriano Campiello in mostra al Museo delle Forze Armate.

Da domenica 20 novembre 2016 fino a domenica 22 gennaio 2017 sarà possibile osservare presso il Museo delle Forze Armate 1914-1945 la mostra temporanea Schegge Cento anni dopo.
Si tratta di una esposizione temporanea dedicata ad 41 sculture realizzate dal parroco di Castelvecchio Don Adriano Campiello, che ha gentilmente accettato l’invito dell’Associazione Cultori della Storia delle Forze Armate di esporre alcune delle sue particolarissime opere.

Tutti i lavori di Don Adriano infatti sono stati realizzati con schegge e materiali militari di ogni tipo risalenti al Primo Conflitto Mondiale e trovati, nella stragrande maggioranza dei casi, in zone a noi familiari, come il massiccio del Monte Pasubio o l’area della Val Posina dove a lungo il parroco ha esercitato le sue Funzioni.

Oltre una quarantina di opere, alcune di grandi dimensioni, ridanno la vita, in un contesto completamente nuovo, a questi pezzi di Storia ancora così presenti nei nostri territori.
La creatività, l’immaginazione e lo spirito di Don Adriano hanno plasmato sculture di indubbio impatto sia dal punto di vista emotivo che da quello religioso.

Le opere assumono un significato artistico ancora maggiore perché sono state tratte da materiali non modificati, lavorazioni prodotte quindi da schegge e pezzi interi, al limite saldati gli uni agli altri.
Diverse sono le tematiche trattate dall’artista: dalle schegge emergono animali, scenari marini o montani, profili di personaggi politici del passa
to, figure di poeti e incantatori di serpenti, e ancora, uccelli e piante.

E’ però l’aspetto religioso quello che probabilmente risulta il più affascinante e pregno di significati: l’Annunciazione dell’Angelo alla Madonna, la Crocifissione e la Natività rappresentano senza alcun dubbio icone molto forti di religiosità, soprattutto se si pensa al materiale con cui sono state plasmate: schegge, scudi di mitragliatrici, canne di fucile ed altro che le montagne hanno restituito, finalmente private del loro significato originario più vicino alla morte che alla vita.

Ecco quindi che in questo Centenario, la magia dell’Arte permette di accostarsi in modo insospettabile al ricordo del dolore della Grande Guerra attraverso opere che ci parlando di Vita e di Sacrificio, di Creazione e di Speranza.
A corredare le sculture i visitatori potranno ammirare anche molti relitti e materiali da scavo e i più attenti potranno scorgere nelle vetrine dei pezzi come quelli usati da Don Adriano nella produzione dei suoi lavori.

Questa mostra temporanea sarà visibile presso la sede del Museo delle Forze Armate 1914-45, in via del Lavoro 66, Montecchio Maggiore (VI) da domenica 20 novembre 2016 a domenica 22 gennaio 2017.

Orari di visita: Lunedì-Mercoledì-Venerdì dalle 9:30 alle 12:00; Domenica dalle 9:00 alle 12:00. Ingresso libero.
Per informazioni consultare il sito: www.museostorico.com oppure chiamare il numero 340 5978913

 

 

 

 

Comune di Montecchio Maggiore

Redazione web 22/11/2016

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *