Montecchio: T.S.O. e accertamenti sanitari

url

T.S.O. e accertamenti sanitari: il lavoro svolto dal Comune di Montecchio Maggiore. Nel 2012 complessivamente 52 procedimenti per accertamenti sanitari obbligatori, trattamenti sanitari obbligatori e rinnovi o cessazioni degli stessi, contro i 27 del 2011 e i 36 del 2010. Sono i numeri gestiti dall’ufficio preposto del Comune di Montecchio Maggiore per conto dell’intero territorio dell’Ulss 5 Ovest Vicentino.

Trovandosi il centro di salute mentale nell’ospedale di Montecchio, tutte le pratiche dei T.S.O. passano necessariamente per l’ente comunale castellano e in particolare per l’ufficio del sindaco Milena Cecchetto, che ha il compito di firmare i provvedimenti. Il primo passo è rappresentato dall’accertamento sanitario obbligatorio, disposto dal sindaco del Comune di residenza del paziente su proposta del medico. Se il quadro viene considerato particolarmente critico e se da parte del soggetto non c’è la volontà di essere curato, il servizio psichiatrico di diagnosi e cura dell’Ulss 5 propone il trattamento sanitario obbligatorio, che per l’intera Ulss viene firmato dal sindaco di Montecchio e dura al massimo sette giorni dalla data del ricovero presso il centro di salute mentale, con successiva possibilità di rinnovo o di cessazione. L’ordinanza viene notificata entro 48 ore al giudice tutelare e al sindaco del Comune di residenza e, nel caso di cittadini stranieri o apolidi, anche al Ministero e al consolato del Paese di appartenenza tramite il Prefetto.

“Il fatto che il numero delle pratiche sia aumentato – spiega il direttore del centro di salute mentale dell’Ulss 5 dott. Claudio Busana – non significa che sia aumentato anche il numero dei pazienti: i casi registrati dal Comune di Montecchio Maggiore comprendono infatti anche numerosi rinnovi di T.S.O. a carico di soggetti che ad una settimana dal ricovero necessitavano di un ulteriore periodo di cure in ospedale. I numeri dei ricoveri nel nostro reparto dimostrano infatti una certa regolarità: nel 2010 furono 279, nel 2011 furono 218 e nel 2012 abbiamo raggiunto quota 281. In molti casi si tratta di re-ingressi degli stessi soggetti e quindi la media degli ultimi anni può essere considerata piuttosto stabile”.

Comune di Montecchio Maggiore

Redazione web 14-03-2013

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui