“Uno scontrino per la scuola”, il sostegno concreto ai negozianti e all’educazione dei più giovani

I negozianti si alleano per sostenere il commercio locale e la scuola. Si chiama “Uno scontrino per la scuola” l’iniziativa promossa da Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato che dal 15 dicembre al 15 aprile, con il sostegno e il patrocinio della Città di Montecchio Maggiore, interesserà i negozi aderenti (attualmente sono 28, ma la possibilità di aderire è ancora aperta).

L’obiettivo è premiare le scuole partecipanti con l’assegnazione di premi in denaro per l’acquisto di attrezzature e materiale didattico e, allo stesso tempo, incentivare le famiglie a compiere acquisti nei negozi di vicinato. Le famiglie degli studenti e tutta la cittadinanza hanno l’opportunità di sostenere le scuole e al contempo i negozi semplicemente facendo la spesa in uno degli esercizi commerciali aderenti che espongono l’apposita locandina. Ma attenzione, occorre conservare lo scontrino, perché saranno proprio gli scontrini a dover essere portati a scuola dagli alunni ed essere raccolti in un apposito contenitore presente in ogni plesso.

Terminata la raccolta, i contenitori verranno ritirati e gli scontrini contati da un’apposita commissione, che procederà poi ad assegnare alle scuole i contributi in denaro – provenienti dalle donazioni dei commercianti, delle associazioni proponenti e dello stesso Comune – calcolati in proporzione al numero degli scontrini raccolti e al numero degli studenti iscritti. Al momento sono stanziati 4.200 euro (ma c’è la possibilità che il montepremi cresca in virtù di nuove adesioni), che saranno così suddivisi: 700 euro al primo classificato, 600 al secondo, 500 al terzo e 300 euro per le scuole classificate dal 4° all’11° posto.

Per le scuole d’infanzia partecipano le scuole Rodari, Sant’Agnese, Maraga, Andersen e Piaget; per le primarie la Manzoni, la San Francesco, la Don Milani e la Zanella; per le secondarie di primo grado la Frank e la Marco Polo.

Questi invece le attività commerciali al momento aderenti: Cartolibreria Tabaccheria Giocattoli Futura, Videovicenza 2, Atom, Abbigliamento Brun, Foto Cabalisti, Da Leone Abbigliamento, F.lli Montagna Legnami, Mc Mazzaggio Hair Cosmetics, Meneghini Foodservice, Ferutal, Cartoleria La Riga, I Peccati della Terra, Eurotecnica, Ottica Carta, Panificio Tibaldo, Dado Supermercato, Centro Visione Ipervista, Estetista Cornale Manuela, Quaggiotto Radio Tv, Telephone Point, Farmacia Zanchi, Punto Bici, Carletti Lauretana, Ortofrutta 3 Z, Cantine Vitevis, Essenziale Centro Estetico, Tabaccheria Frigo, R.D. di Grandi Luigi.

“È un’ottima iniziativa che permette di riprendere e favorire il contatto fisico tra cittadini e commercianti – afferma il sindaco Gianfranco Trapula – e che consente quindi di fare comunità”.

“Il messaggio è che è importante acquistare anche nei negozi di vicinato – sottolinea il vicesindaco e assessore al commercio Milena Cecchetto -. Le adesioni stanno piovendo e l’intento è di far leva sugli studenti e quindi sulle loro famiglie affinché facciano compere nel negozio sotto casa, così da sostenere il commercio locale”.

“È un ottimo periodo per lanciare l’iniziativa – spiega l’assessore alla scuola Maria Paola Stocchero -, perché a Natale siamo più propensi al bene e questa è sicuramente una manifestazione di solidarietà nei confronti sia delle scuole sia dei negozi”.

Redazione web

12/12/2019

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui