Oltre 500 alberi abbattuti, chiesto risarcimento

Passato il nubifragio, è l’ora della conta di danni. Sono stati almeno cinquecento gli alberi abbattuti o danneggiati, senza contare le decine di scantinati allagati dal violento nubifragio di ieri sera a Montecchio Maggiore.

LO SGOMBERO. Le operazioni per liberare le strade dalle piante sradicate sono proseguite per tutta la notte e questa mattina il sindaco Gianfranco Trapula ha convocato un tavolo d’emergenza con gli Uffici comunali, Protezione Civile, Forze dell’Ordine, Agno Chiampo Ambiente e Acque del Chiampo per definire le misure di messa in sicurezza del territorio. Per il ritiro e lo smaltimento di materiale danneggiato dal maltempo, danni dovuti alla caduta di alberi di proprietà pubblica o altri danni, il Comune ha fatto sapere che è necessario contattare l’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune al numero 0444 705706 o via email: comune@comune.montecchio-maggiore.vi.it. Verrà richiesta adeguata documentazione fotografica di quanto dichiarato a dimostrazione del collegamento con l’eccezionale evento atmosferico.

LE PAROLE DEL SINDACO. Stupita la reazione del primo cittadino di Montecchio, che non si aspettava un evento del genere.

«Non ho mai visto un nubifragio simile a Montecchio – commenta il sindaco Trapula – I danni sono ingenti, soprattutto in centro città. Per fortuna non ci sono stati feriti, ma molte famiglie hanno riportato danni alle proprietà. Come Amministrazione faremo tutto quanto in nostro potere per aiutarle. Tutti insieme supereremo anche questa avversità».

 

Redazione web
14/07/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui