Più patate per tutti

 photo coltivare_patate2_zps5cccc103.jpg

 

Negli orti delle nostre zone le patate solitamente si seminano in aprile con la luna calante. Per non tradire la saggezza dei nostri nonni, nonostante la terra nell’orto sia ancora abbastanza umida e le temperature ancora basse abbiamo deciso di procedere lo stesso con la semina, per non perdere la luna calante.

Il 10 aprile è il primo giorno di luna nuova e chi ha deciso di rimandare la semina, dovrà aspettare il 26 aprile per trovare la luna calante.
Le patate si seminano in un terreno arato e concimato durante l’inverno, facendo per ogni fila un solco di 20 cm con la zappa e distanziando le file di 50 cm le une dalle altre. Ogni patata da semina acquistata può essere tagliata in due o più pezzi, controllando che ogni pezzo abbia almeno due-tre germogli rivolti verso il cielo. Ognuno di questi pezzi darà vita a una pianta di patate. Nel nostro orto lunatico abbiamo piantato 5 kg di patate a pasta gialla e 5 kg a pasta rossa mantenendo una distanza di 20 cm per ogni pezzo di patata seminato. Quando le piantine spunteranno occorrerà rincalzare con altro terreno, diserbare a mano ed uccidere le dorifore, insetto che si nutre delle foglie delle patate, schiacciandole. Ma di questo parleremo nei prossimi post. Vi ricordo che l’orto lunatico è un orto che non fa uso né di erbicidi né di pesticidi né di concimi artificiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *