Presentata la nuova edizione dell’Ottobre Rosa

Torna la rassegna dedicata alla prevenzione del tumore al seno. Questa mattina, nella sede del comitato Andos di Montecchio Maggiore, è stata presentata la nuova edizione dell’Ottobre Rosa, promossa dalla stessa associazione con il patrocinio della Città di Arzignano, del Comune di Barbarano Mossano, Città di Lonigo, Città di Montecchio Maggiore, Città di Valdagno, Città di Vicenza e in collaborazione con Regione del Veneto, Provincia di Vicenza, Ulss 8 Berica, Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Vicenza, Banca di Credito Cooperativo Vicentino e Fondazione Graziano Peretti.

“Cerchiamo ogni volta modi nuovi per raggiungere il maggior numero di persone e spiegare che una corretta alimentazione, l’adesione alle campagne di screening, il controllo del peso e una costante attività fisica sono le chiavi di volta per preservare la salute e contrastare l’insorgenza delle malattie – ha osservato in conferenza stampa la presidente del Comitato Andos, Isabella Frigo –. Lo scorso anno abbiamo distribuito dei segnalibri nelle biblioteche della provincia di Vicenza, mentre quest’anno abbiamo scelto di puntare su una serie di spot che saranno trasmessi dall’emittente televisiva Tva durante tutto il mese di ottobre”.

Si tratta di sei diversi messaggi che vedranno protagonisti medici, pazienti e volontarie dell’Andos, nonché un contributo dell’Atletica Vicentina e della squadra femminile di ginnastica artistica della Polisportiva Valdagno.

Non mancheranno, tuttavia, le serate informative e gli open day negli ospedali (in presenza e nel rispetto delle norme anti-Covid) su tematiche come il benessere psicologico, il pavimento pelvico, l’osteoporosi, l’infertilità e la menopausa e, più in generale, il cancro al seno.

“Ogni anno l’Ottobre Rosa è l’occasione per rinnovare la nostra attenzione nei confronti della salute delle donne. Su questo tema proprio a Montecchio Maggiore con la Breast Unit esiste da tempo una vera e propria eccellenza. Una struttura sulla quale abbiamo continuato e continueremo a investire e che oggi è un punto di riferimento per tutte le pazienti della nostra Ulss”, ha dichiarato il direttore generale dell’Ulss 8 Berica, Giovanni Pavesi.

Pazienti che, come ha rilevato il dott. Graziano Meneghini, direttore della Breast Unit, hanno potuto contare sui servizi del centro anche nei mesi della pandemia, durante i quali sono stati adottati tutti gli accorgimenti necessari per proseguire in sicurezza le varie attività. “È fondamentale fare gioco di squadra e l’Ottobre rosa lo sta dimostrando, vedendo le istituzioni al fianco dell’ospedale, dei volontari e delle donne”.

“Andos è da sempre un punto di riferimento importantissimo per le politiche sanitarie del nostro territorio, in quanto sa offrire un supporto concreto a chi soffre per un tumore al seno – ha aggiunto il sindaco di Montecchio Maggiore, Gianfranco Trapula –. Cruciale è poi la collaborazione con la Breast Unit – Centro Donna del nostro ospedale, fiore all’occhiello della sanità. Grazie, quindi, a tutte le volontarie e ai volontari impegnati in questa associazione che fa onore alla nostra Città”.

Valeria Porelli, assessore alle pari opportunità della Città di Vicenza, ha ribadito come quest’ultima creda molto nella prevenzione e, a tal fine, collabori attivamente a varie iniziative, mentre la direttrice del CSV, Maria Rita Dal Molin, ha sottolineato la grande capacità dell’Andos di dialogare e ascoltare.

 

 

Il programma

“Ottobre rosa” si apre giovedì 1 con l’open day, presso il Centro Donna dell’ospedale di Montecchio Maggiore dalle ore 10 alle 13, sul tema delle “Disfunzioni del pavimento pelvico femminile” che vedrà l’intervento del dott. Ferruccio Savegnago, responsabile ff  U.O.S.D. RRF dell’Ulss 8 Berica.

La stessa sera, alle 20.30 in Sala civica Corte della Filande a Montecchio, il dott. Andrea Danieli, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Ulss 8 Berica, tratterà de “La ricerca del benessere psicologico”.

Altro open day martedì 6 ottobre, dalle 9 alle 13 al quarto piano dell’Ospedale di Valdagno, presso il Day-Service di Area Medica, dove il dott. Vittorio Tovo e la dott.ssa Catia Cattelan parleranno de “Le donne e l’osteoporosi: chiedere, conoscere, prevenire”.

Venerdì 9 ottobre la rassegna si trasferisce in Sala Maggiore a Ponte di Barbarano dove, alle 21, l’attrice Sabrina Paravicini presenterà il suo libro “Fino a qui tutto bene” (Sperling & Kupfer). Seguirà l’intervento della dott.ssa Vanessa Parise, medico senologo della Breast Unit di Montecchio Maggiore, sulle “Nuove sfide contro il cancro al seno”. La serata prevede una raccolta fondi a favore dell’Andos.

Sabato 10 ottobre, dalle 8.30 alle 12.30, nuovo open day al Centro Donna di Montecchio Maggiore con la partecipazione della dott.ssa Anna Racasi, ginecologa, su “Infertilità e menopausa in ambito oncologico”.

Martedì 20 ottobre doppio open day. Dalle 9 alle 13, nella sede del Comitato Andos all’interno dell’ospedale di Montecchio Maggiore, il dott. Vittorio Tovo e la dott.ssa Catia Cattelan torneranno ad occuparsi de “Le donne e l’osteoporosi: chiedere, conoscere, prevenire”.

Lo stesso tema sarà affrontato nei medesimi orari nell’ambulatorio di Medicina Nucleare dell’ospedale di Vicenza dal medico specialista Giuseppe Orsolon.

Il ciclo di open day si chiuderà sabato 24 ottobre all’ospedale di Lonigo. Dalle 8.30 alle 12.30 la ginecologa Anna Racasi tornerà a rispondere alle domande su “Infertilità e menopausa in ambito oncologico”.

Per partecipare ai vari incontri, è richiesta la prenotazione contattando il Comitato Andos dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 al numero 0444 708119 o scrivendo un’email a info@andosovestvi.it.

Il Comitato Andos Ovest Vicentino sarà infine coinvolto nel “1° raduno in rosa”, passeggiata a cavallo organizzata dal Comitato Fitetrec-Ante Veneto per domenica 11 ottobre al Circolo Ippico Ai Gradoni Asd a Castelnuovo di Teolo, in provincia di Padova.

 

 

Redazione web
24/09/2020

 

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui