Riparte il teatro Mattarello: la nuova stagione

teatro Mattarello

Il teatro Mattarello di Arzignano riapre le porte e presenta la stagione 2021/2022. Sette spettacoli in abbonamento, due fuori abbonamento, un concerto sinfonico, undici spettacoli per gli studenti e le studentesse e dodici corsi di teatro con le scuole con più di settecento bambini e bambine, adolescenti e giovani coinvolti. Questi sono i numeri di un cartellone innovativo, sorprendente, coraggioso che conferma la tradizione di qualità del teatro Mattarello e guarda alle nuove generazioni.

IL PROGRAMMA. Il programma si apre il 9 dicembre con il ritorno ad Arzignano dall’amatissimo Federico Buffa e proseguirà con grandi nomi del teatro italiano come Carlo Cecchi, Maria Amelia Monti, Dario Ballantini, Enrico Guarneri in un cartellone che alterna il comico al drammatico, il classico al contemporaneo, la commedia al cabaret. La stagione riparte con gli abbonamenti dopo due forzate stagioni di stop a causa della pandemia. Due gli eventi fuori abbonamento per due anniversari che toccano da vicino Arzignano: i cento anni dalla nascita di Mario Rigoni Stern, che per due anni lavorò in Valle del Chiampo, e i centocinquanta dalla nascita dell’arzignanese Achille Beltrame, ricordati con due spettacoli firmati dal neo direttore artistico del Mattarello che firma, così, la sua prima stagione. E spazio anche alla musica con l’Orchestra di Padova e del Veneto, secondo appuntamento dopo il concerto dei Solisti Veneti il giorno di Ognissanti.

ABBONAMENTI E BIGLIETTI. Abbonamenti in vendita da giovedì 11 novembre e biglietti da mercoledì 1 dicembre 2021 presso la Biblioteca Civica “Giulio Bedeschi”, tel. 0444 476543

LE DICHIARAZIONI. «Il nostro teatro riparte con una stagione innovativa e sorprendente e con capienza al 100% – afferma l’assessore Giovanni Fracasso –. Una stagione di alto profilo con spettacoli in abbonamento, fuori abbonamento, concerti e spettacoli rivolti agli studenti».

«Ricordo – aggiunge il sindaco Alessia Bevilacqua – che, approfittando anche della chiusura, abbiamo eseguito degli importanti lavori per la messa in sicurezza della struttura, con adeguamenti all’impianto antincendio e all’impianto elettrico. Il teatro sarà pronto ad accoglierci per l’inizio della stagione. Tornerà dopo la chiusura forzata ad essere un polo culturale di riferimento per l’intera vallata».

«Il cartellone è decisamente di qualità – aggiunge l’assessore alla Cultura Giovanni Fracasso – pensato per venire incontro a diverse esigenze ma senza mai perdere di vista l’alto livello artistico, proponendo classici ma anche spettacoli speciali legati alla nostra storia, cito solo L’osteria del tempo fermo e L’Italia di Achille Beltrame messe in scena dal nostro direttore Anderloni».

«Grazie alla fiducia e all’investimento dell’Amministrazione Comunale, il Teatro Mattarello si rinnova e scommette – dichiara il direttore artistico Alessandro Anderloni –. Lo fa con una stagione di protagonisti indiscussi della scena teatrale italiana e con sorprendenti artisti emergenti. Il Mattarello investe sui bambini con un progetto imponente di dodici corsi di teatro avviati nelle scuole che porteranno in scena settecento bambini, adolescenti e giovani per formare le nuove generazioni del teatro. Porteremo in scena i due anniversari che segnano il 2021: i cento anni dalla nascita di Mario Rigoni Stern e i centocinquanta da quella di Achille Beltrame. Voglio condividere questo cartellone con Arzignano e con tutta la Valle del Chiampo, perché il Mattarello diventi il luogo di un nuovo ritrovarsi e di fare comunità».

Redazione web
12/11/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui