Rischia di causare un incendio boschivo bruciando sterpaglie

Incendio boschivo

Oltre 2000 euro di multa per aver bruciato, durante il periodo in cui vigeva lo stato di grave pericolosità di rischio incendio decretato dalla Regione Veneto, alcuni residui vegetali (rovi e vegetazione infestante) e aver così rischiato di causare un rogo boschivo.

Precisamente ammonta a 2064 euro la sanzione comminata dai Carabinieri Forestali della Stazione di Arzignano ad un cittadino di Montecchio Maggiore che a metà marzo, in via Bastia Alta, aveva dato fuoco agli arbusti provenienti dalla pulizia di una scarpata. Poteva innescarsi un incendio, pericolo scongiurato grazie al pronto intervento dei volontari della Protezione Civile Montecchio Maggiore. L’Unità Organizzativa Forestale di Vicenza ha successivamente informato del fatto i Carabinieri, che hanno avviato le indagini, risalendo al responsabile.

«È importantissimo rispettare i periodi in cui è decretato lo stato di grave pericolosità – sottolinea il sindaco Gianfranco Trapula– perché, come dimostra questo caso, il pericolo di incendi è concreto. La bravura e la velocità di intervento della nostra Protezione Civile hanno evitato danni ben maggiori. Raccomando, quindi, di evitare qualsiasi tipo di abbruciamento nei periodi vietati, per la tutela di tutti e per non incorrere in multe salate».

Redazione web
12/05/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui