Sala dei rustici di Villa Cordellina intitolata a Remo Schiavo

La Sala nei rustici di Villa Cordellina Lombardi sarà intitolata ufficialmente, con la posa di una targa in memoria, al professor Remo Schiavo, cittadino di Montecchio Maggiore, accademico Olimpico, storico dell’arte, appassionato cultore di opera lirica, musica classica, danza, teatro, letteratura e storia locale, mancato il 12 novembre 2015. Prevista una piccola cerimonia commemorativa in occasione dell’apertura della rassegna Le Note e il Ricordo – Omaggio a Remo Schiavo, giovedì 11 novembre alle 20.45.

«L’intitolazione a Remo Schiavo era un atto dovuto, – commenta il vicesindaco e assessore alla Cultura, Claudio Meggiolaro – la cerimonia era stata posticipata causa Covid, quest’anno però abbiamo voluto recuperare lanciando una rassegna culturale di grande spessore e che vorremmo diventasse un appuntamento fisso per celebrare la memoria di Remo Schiavo».

Il lascito di Remo Schiavo, attualmente custodito dal Comune di Montecchio Maggiore, oltre a numerosi quadri e documenti di valore dal punto di vista artistico e letterario, comprende anche più di 6mila volumi che attendono di essere valorizzati e portati all’attenzione del pubblico.

«La posa della targa, in onore dei suoi genitori, come da sua richiesta testamentaria – afferma il sindaco Gianfranco Trapula – è soltanto l’inizio di un percorso che intendiamo portare avanti con continuità per ricordare ed esprimere la nostra riconoscenza al professor Remo Schiavo».

Una piccola selezione di dipinti e sculture appartenenti al lascito si trova comunque già collocata in Sala Remo Schiavo.

IL PROGRAMMA COMPLETO. La rassegna Le Note e il Ricordo – Omaggio a Remo Schiavo prevede quattro appuntamenti.

Le serate sono a ingresso gratuito con obbligo di prenotazione all’Ufficio Cultura del Comune di Montecchio Maggiore, obbligatoria l’esibizione del Green pass.

Giovedì 11 novembre alle 20.45 Maximilian Nisi (voce narrante) in Ludwig Van Beethoven/Sublime uragano Reading e concerto dedicato a Ludwig Van Beethoven, al pianoforte il maestro Antonio Camponogara.

Giovedì 25 novembre alle 20.45 Alessandra Borin (soprano e voce narrante) in L’estetica delle passioni Concerto teatrale per soprano e pianoforte. Viaggio tra parole e musica attraverso le note di Rossini, Donizetti, Verdi e Puccini. Al pianoforte il maestro Nicola Dal Cero.

Giovedì 2 dicembre alle 20.45 Quartetto d’archi dell’Accademia del Concerto in Note nel silenzio – La creatività musicale al femminile. Concerto per soprano e quartetto d’archi alla riscoperta delle grandi compositrici del passato, da Maddalena Casulana ad Alma Mahler. Soprano Sara Fanin. Fabrizio Castania, violino – Elisa Saglia, violino – Erica Mason, viola – Irene Zatta, violoncello.

Giovedì 9 dicembre 2021 alle 20.45 Quartetto Flutarco in I Quartetti di Mozart. Concerto per flauto e archi. Marta Bruni, flauto – Marianne Wade, violino – Nicola Possente, viola – Antonio Mistè, violoncello.

Redazione web
08/11/2021

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui