Successo ai Campionati Nazionali Juniores

Grande risultato di Atletica Vicentina e Atletica Arzignano ai Campionati Nazionali Junior/promesse di Grosseto.  Ecco il puntuale report del presidente di Atletica Arzignano, Christian Belloni:

“È stato un fantastico week end di gare a conclusione di una stranissima mini stagione sportiva, causa Covid – scrive Belloni -. A Grosseto nello scorso week end si sono svolti i Campionati nazionali junior/promesse (18-19/20-21 anni). Atletica Vicentina presente in tutte le discipline e Arzignano presente con 6 atleti (parte di uno strepitoso gruppo di atleti che si allenano ad Arzignano e che arrivano da Arzignano,  Chiampo, Montecchio e da più parti  delle nostra provincia:

Abdou Guene  100  4×100

Carlo Santacà  lungo e 4×100

Luca Tadiello Triplo

Pietro Marangon  4×400

Moilet Kouakou 100 e 200

Barattini  4×100 promesse

 

A seguire il gruppo Atletica Vicentina anche i nostri tecnici Diego Zocca (velocità) e il prof. Alessandro Grainer (salti).

Che dire? Ci siamo superati con prestazioni straordinarie!  Il 10.56 di Guene ci porta ora  ad una dimensione sportiva diversa! Impensabile solo poco tempo fa. 4 campioni italiani di specialità:  uno sui 100 metri, due sulla 4×100 e uno sulla 4×400, un  bronzo e un 5°posto. Da non credere! E tutti campioni d’Italia scudettati visto che AV si è aggiudicata il terzo titolo nazionale di fila a livello maschile Junior. Grandi emozioni e grandi soddisfazioni. Non ho parole…”

 

Così il tecnico Diego Zocca ha descritto l’impresa:

 

“Si chiude l’ultimo appuntamento di prestigio di un anno atletico veramente anomalo per i nostri ragazzi.

Sono andati in scena i campionati italiani che dovevano tenersi a giugno come evento per formare le nazionali giovanili e invece sono stati organizzati a fine estate e quindi a ridosso della ripartenza degli allenamenti.

Degli atleti che calcano la pista di Arzignano alcuni pur in possesso di minimo di partecipazione e valori gia’ espressi che lasciavano immaginare mesi fa prestazioni di livello sono rimasti a casa per infortuni e altro, come Rancan Michele campione uscente Promesse dei 200m, Giambellini Davide argento nei 100m e bronzo nei 200m sempre nell’anno precedente nella categoria allievi e Balsemin Enrico detentore nuova miglior prestazione italiana allievi indoor nei 50m. Avremmo potuto avere le nostre buone chance.

Peri salti seguiti da Prof. Grainer, Tadiello Luca nel salto triplo si è messo in luce nella categoria promesse, dopo 2 salti nulli al terzo guadagnava la finale dove poi saltava la misura di 14,72m che gli valeva il 5° posto.

Carlo Santaca’ in possesso anche delle credenziali per correre i 100m doveva accontentarsi di essere presente solo nel salto in lungo in quanto la corsa era in concomitanza.

Nella gara di qualificazione saltava 7,01m guadagnando la finale dove nei primi 3 salti non riusciva ad esprimersi al suo livello, rimasto per soli 4 cm in gara per i 3 salti finali, riusciva a sbloccarsi e a cogliere al quinto salto la misura di 7m22 (precedente 7,20), suo nuovo personale ma soprattutto che gli valeva la medaglia di bronzo.

Guene Abdou arrivava ai campionati italiani juniores dopo aver gareggiato solo 2 volte nel 2020, ciononostante aveva il sesto tempo degli iscritti, già dalla batteria lo si vedeva molto convinto, si è migliorato di 2 centesimi portando sia 10″72; dopo la corsa e il pranzo frugale ha dovuto riprendersi ricorrendo al sonno per quasi una ora e mezza, e al risveglio ha dovuto però faticare parecchio per trovare la giusta condizione che pero’ gli ha permesso di correre al massimo nella terza e ultima semifinale in 10″56.

La finale si è tenuta dopo solo 35 minuti con tutti i concorrenti ancora provati dalle semifinali; in finale è riuscito a correre nonostante la evidente stanchezza più o meno con lo stesso tempo dominando dallo sparo al filo di lana, il tempo 10″57 in quelle condizioni fisiche vale molto.

Il sabato nella staffetta 4×100 juniores, Carlo Santacà schierato in prima frazione consegna il testimone già in testa, gli altri due compagni di squadra Avitabile Massimo e Frivoli Lorenzo mantenevano più o meno la posizione indovinando i cambi, il testimone arrivava a Guene che si incaricava ad archiviare la pratica portando a casa l’oro per la società con il nuovo primato societario di 41″51 (il vecchio era del 1991)!

La domenica andava in scena la 4×400 dove i primi 3 frazionisti in possesso di minimi di partecipazione di livello venivano preservati per questa gara e infatti anche questa compagine arrivava sul gradino più alto con il tempo di 3’17″88 a soli 4 centesimi di secondo dal vecchio record societario, in questa compagine la Prima frazione è stata corsa alla grande da Pietro Marangon che pur vivendo a belvedere di Villaga si allena ad Arzignano almeno 2 volte a settimana.

Era presente alle gare anche Moillet Kouakou pluricampionessa nelle edizioni precedenti ma non in possesso della giusta forma quest’anno, ha onorato il suo blasone sia nei 100m che nei 200m facendo vedere in entrambe le batterie di valere, facendosi rimontare dal gruppo nella parte finale di entrambe le distanze.

Adesso ci rilassiamo qualche giorno, costruiremo le possibili idee per il futuro, cercheremo di metterle in pratica cercando di superare carenze e problematiche come sempre e pensiamo a recuperare gli infortunati per tuffarci nell’inverno 2020/2021.”

 

Redazione web
23/09/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui