Tandem Lab e Union Solution: “Vi spieghiamo l’Ecobonus”

Il nuovo Ecobonus 110% è ormai al centro del dibattito pubblico. Il punto focale, che ha sollevato parecchie polemiche, riguarda la complessità del nuovo incentivo, che parrebbe nascondere parecchie insidie. Come funziona di preciso? Conviene? Ma soprattutto, è veramente gratuito?

Saranno questi i temi della discussione dell’evento che si svolgerà sabato 12 settembre dalle 10 alle 18 ad Arzignano, in via Pugnello 17, organizzato dallo studio Tandem Lab e da Union Solution, una cordata composta dalle imprese edili Bertoli e Boschetto, dalla termoidraulica Logit, da Rosa Serramenti e D.M.A. Impianti.

L’evento sarà all’aperto, senza limiti di numero per quanto riguarda i partecipanti, e gli ospiti avranno l’opportunità di confrontarsi con le varie aziende riguardo la nuova normativa.

“Questa iniziativa è nata venendo incontro ai dubbi riguardo l’Ecobonus –  spiega Andrea Cedri, geometra di Tandem Lab -. Molti privati ci hanno chiesto una consulenza, e abbiamo quindi deciso di offrire quest’opportunità a professionisti ed imprese, per provare a risolvere un sacco di dubbi. Per l’occasione abbiamo studiato al meglio tutte le normative: la giornata consisterà in 4 meeting di mezz’ora, nei quali spiegheremo sommariamente in cosa consiste la legge, trattando alcuni casi tipo, lasciando ovviamente spazio anche alle domande. Abbiamo costruito un’ottima cordata: siccome il Bonus 110 è amplificato all’ennesima potenza, abbiamo riunito tutte le figure necessarie in un cantiere, oltre che commercialisti e legali, per dare una risposta a 360 gradi. Siamo una trentina di professionisti, e cercheremo di risolvere ogni dubbio”.

“L’obiettivo è quello di aiutare le persone semplificando la procedura – prosegue l’architetto Sabrina Gentilin, sempre di Tandem Lab -. Si tratta di un bonus che richiede una grossa documentazione a livello burocratico, e soprattutto ha bisogno una fitta collaborazione tra professionisti. È sicuramente un’opportunità unica, bisogna però valutare caso per caso come potere accedere, in quanto ha dei limiti, sia oggettivi che soggettivi. Hanno fatto una pubblicità selvaggia, nella quale sembra che sia tutto gratuito. In realtà non è così, in quanto ci sono dei limiti di spesa, che addirittura vanno a toccare i bonus precedenti”.


Redazione web
09/09/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui