Trasferta amara in Belgio per Elia Sammartin

Elia Sammartin in azione a Mettet 2016

Belgio sfortunato per Elia Sammartin che in finale si deve arrendere ad un problema al motore.

Un pubblico da grandi occasioni ha fatto da cornice al super evento di Mettet in Belgio dove si sono dati appuntamento tutti i grandi del motociclismo, oltre 300 piloti da tutto il mondo con un unico obiettivo, quello di qualificarsi fra i migliori 48 che si sarebbero giocati la finalissima.
A rappresentare i nostri colori il vicentino Elia Sammartin in sella alla TM del Team Ottomoto che sin dai primissimi turni di prove si mette da subito in evidenza giungendo in semifinale dove si qualificano i primi 18, e in pochi giri il nostro Sammartin risale posizioni fino ad entrare nella top ten ma a due giri dal termine ritorna l’incubo di Mettet e come l’anno scorso fora questa volta l’anteriore, ma con grande caparbietà e stringendo i denti, fra gli applausi del pubblico riesce a tagliare il traguardo in 14° posizione qualificandosi per la finale.

Una finalissima tanto attesa ma che lascia subito l’amaro in bocca al pilota di Chiampo, infatti partito bene al pronti via, mentre è in piena bagarre per le posizioni di vertice questa volta sarà la sua TM ad
abbandonarlo per un problema al motore e per il giovane Elia non resta che spingere la sua moto ai box fra gli applausi dei tanti presenti.

“Sono dispiaciuto – dice a fine gara Elia – avevo un buon ritmo gara considerando il livello altissimo degli avversari che c’erano qui oggi, ero a giocarmela con i migliori piloti al mondo e mi sentivo bene, potevo ottenere un ottimo piazzamento, ma purtroppo è andata così, ora dobbiamo pensare al prossimo e ultimo appuntamento degli Internazionali d’Italia all’EICMA di Milano in occasione della fiera del ciclo e motociclo e speriamo che la sfortuna questa volta rimanga a casa”.

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa Elia Sammartin

Redazione web 13/10/2016

 

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui