Un bilancio sociale ad arte per Acque del Chiampo

0
14

La musica di Bepi De Marzi con i “Polifonici Vicentini” e l’arte di Vico Calabrò accompagnano i 45° e la presentazione del primo Bilancio Sociale 2018 di Acque del Chiampo.

Acque del Chiampo ha aperto le proprie porte ad un doppio evento per festeggiare i suoi primi 45 anni di attività: una giornata a porte aperte per gli impianti di Arzignano e una serata artistica che ha fatto da cornice alla presentazione del primo Bilancio Sociale di Sostenibilità.

Un momento del video racconto dei 45 anni di Acque del Chiampo.

Il 2018 di Acque del Chiampo in numeri.

Il bilancio, illustrato dal consigliere delegato Andrea Pellizzari e dal direttore Alberto Piccoli, è stato suddiviso in tre parti: responsabilità economica, sociale ed ambientale. Tra i dati più interessanti c’è sicuramente quello relativo alla tariffa media pro capite del servizio idrico, che è di 1,9 euro al metro cubo, ovvero mille litri, inferiore a quella nazionale, che è di 2,15 euro, e europea, di 3,61 euro. Gli altri numeri di Acque del Chiampo relative al 2018 riguardano il fatturato, di 46,7 milioni, e l’utile, registrato in 2,6 milioni, gli investimenti, 6,1 milioni di euro, di cui 23,3 nel triennio 2016-2018 con 14,6 per il servizio idrico integrato e 8,7 per l’industriale. Nel 2018 il valore economico distribuito agli stakeholders è stato di 39,6 milioni, dei quali il 47,5% (18,81) è rimasto sul territorio a beneficio di fornitori locali, dipendenti, finanziatori, pubblica amministrazione e comunità. Dei 183 dipendenti di Acque del Chiampo il 96% ha un contratto a tempo indeterminato mentre solo il 4% determinato. Tutti i dipendenti risiedono in Veneto, 75 nel territorio gestito dalla società (41%). Sul fronte della responsabilità sociale, la qualità del servizio offerto agli utenti è testimoniata dal tempo medio di 2 minuti di attesa agli sportelli, al 100% di chiamate di intervento evase entro tre ore, e al 99% degli standard di qualità contenuti nella carta dei servizi. I contatti totali utenti-società sono stati 28.922: 24.903 tramite telefono, 685 via web e 3.334 allo sportello. I punti di approvvigionamento di acqua sono 91 (11% prelievo da sorgente, 89% da fonti sotterranee), gli impianti di disinfestazione dell’acqua sono 47; 651 i campioni di acqua potabile analizzati nel 2018 per un totale di 24,6 mila parametri analizzati.

La presentazione del Bilancio Sociale 2018 di Acque del Chiampo.

La serata artistica.

Non solo numeri i però hanno tenuto banco nel corso dell’evento, trasmesso anche in diretta sui canali di Radio Vicenza. La serata ha visto infatti la proiezione di un video racconto dei 45 anni di attività con immagini storiche, interviste e un ricordo del prof. Boscardin, il tutto sottolineato dal suggestivo accompagnamento musicale delle opere di Bepi De Marzi eseguite dai suoi “Crodaioli”. Il Maestro arzignanese che era presente all’evento e ha curato, insieme ai “Polifonici Vicentini e gli Archi Italiani”, il concerto finale offerto a tutti i presenti. Anche la musa delle arti pittoriche ha fatto capolino al 45°. Durante la serata è stata infatti svelata l’opera di un altro Maestro, Vico Calabrò, dedicata alla magica Valle del Chiampo. La sede di Acque del Chiampo è diventata quindi teatro di una mostra fotografica allestita per l’occasione, dal titolo “Ieri e Oggi”.

La presentazione dell’opera del M° Vico Calabrò.
Il M° Bepi De Marzi in concerto insieme ai “Polifonici Vicentini e gli Archi Italiani”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here