Una nuova squadra di calcio a 5 per la A2

Giuseppe Dal Ceredo, Marco Riva e Mirco Rossetti

Ad Arzignano nella prossima stagione sportiva ci sarà un solo campanile di calcio a 5. Stretta di mano e unione fatta tra il Real Futsal Arzignano e i cadetti dell’Arzignano Team, che hanno ufficialmente unito le forze per iniziare un progetto assieme che vedrà la compagine arzignanese protagonista nel prossimo campionato di serie A2.

Due notizie in una che mettono quiete e tranquillità nel mondo del pallone a rimbalzo controllato di Arzignano che ha visto i due presidenti Mirco Rossetti e Marco Riva mettere le basi per un nuovo sodalizio.

Tante le novità che verranno svelate nei prossimi giorni, le più importanti riguardano i ruoli di vertici del nuovo Arzignano C5, questo il nome scelto per la compagine berica: Marco Riva sarà il presidente con Mirco Rossetti e Giuseppe Dal Ceredo che saranno invece i due vice presidenti operativi. Al loro fianco tanti volti noti delle due ex squadre che daranno supporto a 360 gradi sia in ottica della prima squadra che in fatto di settore giovanile con la neo nata società che parteciperà a tutti i campionati, nazionali e regionali.

“Partiamo dalla serie A2 con tanta voglia di fare e tanti giovani del nostro territorio a cui dare fiducia, sicuri che sapranno regalarci emozioni in campo e sapranno ritagliarsi grandi soddisfazioni”

Sono queste le parole della neo dirigenza griffata Arzignano C5 che ora dovrà pensare al mister a cui affidare la panchina e comporre la rosa sentendo le voci e i pareri dei vari giocatori in forza alle due squadre nel campionato fermato dal corona virus.

“Più che una fusione, vorremmo chiamarla unione – spiega il nuovo numero uno Marco Riva – è un discorso che va avanti praticamente da un anno e tanti fattori hanno spinto perché le due società arzignanesi si unissero per formarne una forte e compatta che possa tenere alto il nome della nostra città in giro per l’Italia e per il Veneto. Sarà una sfida importante e noi siamo pronti a giocarla a viso aperto e a testa alta”.

 

 

Redazione web
14/07/2020

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui