Verdi rivive per una sera a Castelgomberto grazie a Bepi De Marzi

 photo CIMG0811_zpsd49b011e.jpg
Bepi De Marzi racconta Giuseppe Verdi

Serata di musica e cultura quella di ieri, giovedì 10 ottobre, a Castelgomberto. Bepi De Marzi ha raccontato Giuseppe Verdi, per celebrare i 200 anni dalla sua nascita.

All’interno della rassegna “Castelgomberto d’ottobre 2013“, organizzata dall’associazione culturale Agorà, ha trovato spazio anche la musica della grande tradizione italiana.

Nella cornice suggestiva di un Palazzo Barbaran recentemente restaurato e sistemato, Bepi De Marzi ha raccontato Giuseppe Verdi.

Numerose le persone presenti per assistere alla “lezione”. Appassionati di musica, vecchi allievi del professore o semplici curiosi. Ieri sera Verdi è diventato comprensibile a tutti, anche a chi di musica proprio non se ne intende, grazie alla straordinaria abilità di spiegare e raccontare di Bepi De Marzi, aiutato dal baritono Fabio.

 photo CIMG0832_zpsc13a071c.jpg
Il pubblico assiste alla lezione a Palazzo Barbaran

Alla fine della “lezione” nella sala è scoppiato un applauso fragoroso, e Bepi ha promesso che l’anno prossimo dedicherà una serata a Mozart.

Proprio la settimana scorsa a Palazzo Barbaran aveva parlato il professor Umberto Galimberti, filosofo e psicanalista, spiegando come sia fondamentale per la scuola avere professori capaci di affascinare i loro alunni.

 photo CIMG0806_zps5d2aa9a3.jpg
Bepi De Marzi spiega Giuseppe Verdi

Bepi De Marzi è nato ad Arzignano il 28 maggio 1935. E’ compositore, direttore di coro e organista italiano. Ha anche insegnato musica anche alle scuole medie di Castelgomberto.

 

I prossimi appuntamenti di Castelgomberto d’ottobre 2013:

Sabato 12 ottobre ore 20.30 a Palazzo Barbaran: il QUINTETTO MODERNO presenta “Musiche dal ‘700 ai giorni nostri”;

Domenica 13 ottobre ore 16.00 presso la Sala Polivalente Lux: GLOSSA TEATRO e PINO COSTALUNGA presentano, in collaborazione con la Provincia di Vicenza e la biblioteca comunale, lo spettacolo teatrale “Hansel & Gretel e la povera strega”.

 

 

 

 

 

Redazione web 11-10-2013

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui