Vicenza: Dante e Bach, due giganti si incontrano al Teatro Olimpico per le Settimane Musicali

foto-122955

Vicenza: Dante e Bach, due giganti si incontrano al Teatro Olimpico per le Settimane Musicali e un progetto tra parole, suoni, letteratura e musica.

Come si fa a vivere senza Dante e Bach? Se lo chiedeva qualche tempo fa il teologo Inos Biffi scrivendo che “Chi non li ha ascoltati entrambi almeno una volta nella vita è come se avesse smarrito un momento importante della sua esistenza, quasi fosse mancato a quegli appuntamenti dove si comprende in un breve lasso di tempo cosa sia la bellezza o come sia possibile conoscere l’armonia assoluta”. Grazie ad un progetto della violinista Sonig Tchakerian e Lorenzo Arruga la bellezza della musica e delle parole di questi due giganti della nostra storia approdano al Teatro Olimpico per la XXIV edizione delle Settimane Musicali.
Tre gli appuntamenti previsti che rientrano nel Progetto Bach: il primo venerdì 29 maggio presso il Conservatorio “A. Pedrollo” di Vicenza, a partire dalle ore 18 vede la partecipazione dell’attrice Sonia Bergamasco che proporrà una riflessione su vita e poesia di Dante, partendo dagli scritti di Borges, del sassofonista jazz Pietro Tonolo impegnato insieme a Sonig Tchakerian in un gesto d’improvvisazione ispirato al viaggio dantesco, di Quirino Principe, impegnato da quest’anno in 100 incontri pubblici sui 100 canti della Commedia, e di un giovane pianista vicentino, Giovanni Bertolazzi, che presenterà con la sua moderna sensibilità la trascinante Fantasia quasi Sonata “dopo una lettura di Dante” di Liszt.
A questo incontro, sempre venerdì 29, seguirà alle 21, presso il Teatro Olimpico, un’intensa serata di musica e parole dedicata a Dante e Bach a 750 e 330 anni dalla loro nascita.
L’attrice Sonia Bergamasco, che leggerà alcuni canti tratti dalla Divina Commedia, tra Inferno, Purgatorio e Paradiso, racconta così la sua visione del concerto: “Non uno spettacolo ma senz’altro un concerto. Una possibilità d’ascolto molto più legata al musicale che al teatro. Le voci di due poeti assoluti articoleranno ciascuna con il proprio alfabeto una possibilità di visione. E qui torniamo al teatro, anche senza scena, anche senza personaggi. Una visione musicale del mondo. Dante e Bach ce la indicano, in modo chiaro, profondo, toccante”.
I brani danteschi saranno intervallati da momenti di Bach scelti da Sonig Tchakerian che spiega: “L’opera di Bach ha tradotto il dogma nella bellezza della proposta musicale. Così, d’ altra parte, ha fatto la Commedia di Dante con la poesia. Sono stati scelti tre canti, dall’Inferno al Paradiso, che hanno una loro attinenza diversa con la musica: quello di Paolo e Francesca, uniti nella pena d’una bufera infernale incessante; quello nella natura
che risorge per Dante e Virgilio pellegrini lungo il mare, con l’arrivo dell’angelo nel canto gregoriano e la canzone del poeta Casella; e quello della preghiera di San Bernardo a Maria, che schiude a Dante la sublime armonia delle sfere celesti e la visione di Dio. Alternati a questi, una Fuga, un Andante, la Ciaccona, dalle Sonate e Partite, con la loro bellezza smisurata e il loro cammino verso la purificazione dell’anima”. Bach e Dante quindi come filtro attraverso il quale la grande storia della musica e delle parole si purifica, un veicolo di conoscenza per l’ apprendimento stesso dell’arte.
L’ultimo appuntamento di questo ciclo, Bach&Bach recomposed, è in programma domenica 31 maggio. Per l’occasione, oltre a due tradizionali concerti Brandeburghesi e ad alcune Invenzioni a due voci pensate con il violino e il violoncello, saranno in programma due Arie di Bach in un arrangiamento strumentale di Giovanni Sollima.

I biglietti possono essere acquistati presso il botteghino del Teatro Olimpico in stradella Teatro Olimpico da martedì a domenica dalle 11.00 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 16.00, chiamando il numero 0444222801 oppure online attraverso il sito www.settimaneolimpico.it.

 

 

 

Settimane musicali

Redazione web 28-5-2015

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui