Vicenza: noleggiava grosse auto per rivenderle in Germania

url

Ieri, a Vicenza, sono stati deferiti in stato di libertà due uomini, in seguito a due settimane di indagini serrate. Uno dei due noleggiava grosse auto per poi rivederle in Germania.

Le indagini sono iniziate il 13 e finite il 30 gennaio 2014.

I due uomini in questione sono un  44enne di Vicenza ed un 68enne di Gorizia. Il primo è ritenuto responsabile del reato di simulazione di reato; il secondo del riciclaggio di mezzi di grossa cilindrata per la successiva esportazione all’estero, di riciclaggio, truffa continuata e contraffazione del sigillo dello stato continuata.

I fatti.

Il 68enne, dal mese di novembre 2012, ha noleggiato veicoli di grossa cilindrata per poi presentarsi, con documenti d’identità falsi, da agenzie di pratiche automobilistiche dove chiedeva la radiazione dei mezzi per esportarli in Germania.

Oltre ad usare documenti di identità falsi, che gli permettevano di spacciarsi per il titolare del mezzo, usava anche false denunce di smarrimento dei documenti di circolazione delle autovetture prese a noleggio.

Con questo sistema il 68enne ha esportato un’Audi A8, una Mercedes C220 e una BMW X6.

Le indagini, inoltre, hanno permesso di dimostrare che, nel caso della BMW X6, il 68enne era d’accordo con il proprietario dell’auto, un 44enne di Vicenza. Il vicentino ha ceduto la BMW in comodato d’uso gratuito al 68enne, che poi si è presentato in un’agenzia pratiche auto dove si è spacciato per il propietario del mezzo, usando documenti falsi. Questo succedeva a metà novembre del 2012 e, dopo aver radiato il mezzo, lo ha portato in Germania.

Verso metà gennaio 2013 il vicentino ha presentato alla Stazione dei Carabinieri di Vicenza una formale denuncia-querela contro ignoti per il furto della BMW, dichiarando che l’auto gli era stata rubata la notte precedente.

Grazie agli accertamenti dei Carabinieri è emerso che il veicolo risultava già presente e reimmatricolato in Germania da fine novembre 2012. Il vicentino non aveva quindi mai riavuto mai indietro il mezzo, poiché già esportato al momento della denuncia.

Ulteriori attività, in collaborazione con INTERPOL, hanno permesso di rinvenire e sequestrare al momento solo la BMW X6 in Krasnodar (Russia), dove era stata esportata nel dicembre 2012 dalla Germania.

 

 

 

 

 

Redazione web 31-01-2014

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui