Vicenza: sette verbali per accattonaggio molesto in un solo giorno

 photo url_zps870917bf.jpeg

Prosegue l’azione di contrasto dell’accattonaggio molesto svolta dalla polizia locale di Vicenza. Mercoledì gli agenti hanno effettuato un specifico controllo in tutti i luoghi abitualmente frequentati da chi chiede l’elemosina: sette i verbali contestati rispettivamente a cinque cittadini di origine rumena (due donne di 70 e 63 anni e tre uomini di 45, 34 e 32 anni), un serbo di 46 anni e un tunisino di 42 anni.

Nel dettaglio, le violazioni sono state contestate a Monte Berico, dove è stata sequestrata la somma di 21,50 euro come provento dell’attività illecita, nei parcheggi di contrà Canove, san Biagio e piazza Matteotti, nelle vicinanze dell’entrata del cimitero maggiore e nei pressi del parcheggio dell’ospedale di via Rodolfi e di quello di via fratelli Bandiera. In quest’ultimo caso la polizia locale è intervenuta insieme a una pattuglia della questura in seguito alla segnalazione di un cittadino che, mentre si recava all’ospedale, è stato importunato da un tunisino con la richiesta pressante di soldi: l’extracomunitario è stato identificato e anche per lui è scattata la sanzione per accattonaggio molesto.

“Con gli strumenti in suo possesso – dichiara l’assessore alla sicurezza urbana Dario Rotondi – la polizia locale è impegnata ogni giorno nel far rispettare i regolamenti comunali. Com’è accaduto in via fratelli Bandiera, i nostri agenti sono pronti a intervenire tempestivamente anche in risposta a segnalazioni di cittadini che si sentono in pericolo a causa di atteggiamenti molesti”.

 

 

 

 

Comune di Vicenza

Redazione web 10-01-2014

Invia la risposta

Lascia il tuo commento
Scrivi il tuo nome qui